giovedì 10 agosto 2017

Analfabetismo Funzionale, sempre


Se mi leggete da un po', saprete quanto mi dia sui nervi l'analfabetismo funzionale. O la semplice deficienza delle persone.
Quando devo scrivere un cartello, cerco di usare meno parole possibili e le più semplici possibili, perchè già dopo la terza immagino che il cretino medio vada in confusione.

Quest'anno chiuderò per ferie il negozio la sera di Venerdì 11. In tanti arrivano a Sabato, è naturale, e capisco la mia sia una scelta inconsueta, ma Sabato pomeriggio io parto per luoghi sconosciuti, e quindi chiudo il Venerdì. Data questa scelta, per evitare ai clienti di venire il Sabato e cadere dal pero e piangere per l'orologio sequestrato, è dal 25 Luglio (!!!) che ho affisso in vetrina (anzi, sulla vetrina e sulla porta) un semplice cartello:

CHIUSO PER FERIE
da
SABATO 12 (compreso)

Poi a tutti i clienti ho ribadito che Venerdì sera chiudo, eppure a un giorno dalla chiusura ho almeno una quarantina di orologi che mi rimarranno qui tutta l'Estate.

Ma ciò di cui voglio parlare è un commento sentito un pomeriggio mentre tornavo al lavoro, con la saracinesca della vetrina alzata. Era il 26 Luglio. Passano due tizie, mentre io armeggio con il portone per parcheggiare il motorino:

"Oh, ma hai visto? E' già chiuso per ferie!"
"Ehhh, e chissà quando poi torna al lavoro! Le fa belle lunghe"

E con il sonoro vaffanculo (interno) a ste tizie che non riuscivano a comprendere il significato di 7 parole, di cui due preposizioni e un numero, auguro una buona pausa a tutti.

A presto (purtroppo...).

3 commenti:

  1. Ma anche tu....il "da" andava scritto in maiuscolo sottolineato in colore rosso fuoco!
    E per non creare confusione "chiuderemo" non "chiuso"!
    Devo sempre insegnarti tutto.... :P
    Anche io faccio lo stesso cartello una settimana prima di andare in ferie per correttezza verso i clienti "sani", per gli analfabeti funzionali stavo pensando a un messaggio preregistrato con un sensore di movimento...ma anche no!
    Buone ferie!

    RispondiElimina
  2. Stavo per scrivere la stessa cosa: il "da" scritto a carattere elefante.

    RispondiElimina
  3. Dunque, cartello a caratteri cubitali "Chiuso per ferie dal 31 luglio all'11 agosto". Riapertura il 14; entra un tizio furibondo che grida "Eh, ma come, qui la gente ha bisogno, sbidiguda con la supercazzola prematurata, e io il 31 sono passato ed era già chiuso! Inoltre, sono ripassato l'11 ed era ancora chiuso!" Gli faccio un mezzo sorriso e gli dico brutalmente (dandogli del tu: lo conosco) "Ma secondo te se io scrivo DAL xxxx AL yyyy cosa intendo: dal xxxx+1 al yyyy-1? Non mi sembra che la lingua italiana funzioni così." Quello insiste: "No, no, dal 31 luglio vuol dire che è chiuso il primo agosto!" e io rispondo "Forse su Marte; qui sei sulla Terra, e sulla Terra le cose funzionano come ti ho detto io da tempo immemorabile." E questo torna alla carica: "Sì, ma dovevi scrivere dal 30, perché io al 31 mi sono trovato col telefonino da riparare e almeno avrei saputo che eri chiuso!" Risposta secca: "Intanto il 30 era domenica, quindi il negozio era chiuso comunque; poi, ripeto, se su Marte 'DAL' vuol dire il giorno dopo, tornaci; questo negozio è per soli terrestri." Per la cronaca, se n'è andato senza lasciarmi il telefonino rotto.

    RispondiElimina